http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_93326 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Il dipinto sembra essere il prototipo per una serie di ritratti di Vittoria della Rovere, generalmente a mezzo busto, di cui si conoscono numerosi esemplari in collezioni private e nei depositi delle gallerie fiorentine. L'effigiata appare in età giovanile, ma già avviata verso la pinguedine caratteristica dei ritratti della sua maturità. Leggermente più tardo del ritratto furiniano esposto alla Mostra 'Artisti alla Corte granducale' del 1969, è databile quindi al 1650 circa, anno che ben si adatta anche all'età apparente del principino Cosimo. Maria Vittoria della Rovere, figlia di Federigo Ubaldo, ultimo duca di Urbino, nacque nel 1622, sposì Ferdinando II nel 1637, morì nel 1694. Il figlio Cosimo III, nacque nel 1642 e morì nel 1723. Cornice dorata con rapporti intagliati a foglie d'acanto e fioroni del secolo XVIII. 
Su uno sfondo di portico aperto da un lato sul paesaggio e chiuso dall'altro da una cortina rossa, la granduchessa in veste nera S affiancata dal principino con farsetto a maniche trinciate di color nero e cappello piumato grigio in mano. Cornice dorata con rapporti intagliati a foglie d'acanto e fioroni del sec. XVIII. 

data from the linked data cloud