http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_65199 an entity of type: E22_Man-Made_Object

IL vaso è ricavato in tre pezzi di agata. la coppa bassa, a sezione rotonda e corpo liscio, poggia su piedistallo a balaustro. Esso è collegato al piede rotondo e liscio da una bordatura d'oro smaltato costituita da un anello centrale su cui s'impostano sequenze di foglie intagliate a giorno, uguale è il raccordo superiore con la coppa. IL piede è bordato da una fascia d'oro smaltato con foglie e fiori e presenta anch'esso, lungo il collegamento con la base, un fregio di piccole foglie intagliate a giorno. 
Il vaso, proveniente dalla Guardaroba Granducale, è documentato agli Uffizi dal 1784 (BIb. Uffizi, Filza IV, 1771, fasc. 25). La forma semplice ed elegante, che conferisce il massimo risalto alla pietra impiegata, ricollegano il pezzo all'attività dei lapicidi fiorentini, che avevano adottato assai frequentemente schemi di questo tipo, dalla seconda metà del XVI secolo fino ai primi decenni del '600. La montatura sembra ricollegabile alla produzione dei gioiellieri tedeschi della prima metà del XVII secolo. 

data from the linked data cloud