http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_65119 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Il vaso si ricollega alla produzione dei lapicidi operanti nel Casino di S. Marco, prima del trasferimento della manifattura delle pietre dure agli Uffizi, avvenuto nel 1586. In questa fase l'impegno degli artefici si rivolgeva principalmente alle opere plastiche e particolarmente intensa fu la produzione di vasi in lapislazzuli. Gli inventari della Galleria degli Uffizi lo segnalano in Tribuna fino alla seconda metà del XVIII secolo; dal 1784 risulta conservato nella Sala delle Gemme dove rimase fino agli inizi del XX secolo. 
Coppa monoansata di lapislazzuli a sezione ovale, con corpo liscio. L'ansa ad occhiello è ricavata nello stesso blocco ed è ornata nella parte inferiore, con due mascheroni scolpiti a rilievo. 

data from the linked data cloud