http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_65097 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Il vaso si ricollega alla produzione degli artefici milanesi operanti per Francesco I nella seconda metà del XVI secolo, nel Casino di S. Marco. La scanalatura lungo il bordo del labbro e del piede lascia supporre un'originaria orlatura di metallo. La tipologia del vaso richiama altri due esemplari del Museo degli SArgenti (inv. Gemme nn. 470 e 462). Gli inventari della Galleria degli Uffizi lo segnalano in Tribuna fino alla seconda metà del XVIII secolo; dal 1784 fino agli inizi del XX secolo è stata esposto nella Sala delle Gemme. 
Vaso di cristallo con corpo ovoide, collo stretto interrotto da un anello sagomato scolpito; labbro estroflesso. Una fascia d'argento sbalzato e smaltato congiunge la base del collo al corpo del vaso, dove la decorazione incisa è disposta su tre bande. Quelle in corrispondenza della spalla e della base contengono un motivo a baccellatura, che incornicia la fascia centrale, dove è inciso un fregio a racemi. Il piede rotondo è congiunto al vaso da un anello d'argento smaltato. 

data from the linked data cloud