http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_65071 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Il vaso si ricollega alla produzione degli artefici milanesi operanti anche per Francesco I de' Medici nella seconda metà del XVI secolo. A giudicare dalle descrizioni che del vaso forniscono gli inventari degli Uffizi, l'aspetto attuale del vaso non sarebbe quello originario, poiché doveva essere sormontato da un coperchio della stessa forma, intagliato con motivi a baccellatura e con presa d'oro a forma di anello. Gli inventari della Galleria degli Uffizi lo segnalano in Tribuna fino alla seconda metà del XVIII secolo; dal 1784 risulta conservato nella Sala delle Gemme, fino agli inizi del XX secolo. 
Vaso di cristallo di monte inciso. La coppa è ricabata in un solo pezzo completamente intagliato; presenta nella parte superiore due scene di caccia, al cervo ed alla civetta. La parte inferiore è invece decorata a baccellature. Un anello d'oro smaltato, con quattro rubini incastonati, lega la coppa al piedistallo a forma di balaustro, terminante con un piede rotondo che reca intagliati alcuni arabeschi. Anche il piede è orlato da una fascia d'oro smaltato con tre rubini incastonati. 

data from the linked data cloud