http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64972 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Montatura in oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali. 
Il gruppo della Carità raffigurata con due o più bambini, si diffonde dalla metà del Cinquecento elaborando composizioni rese famose dai pittori come Andrea del Sarto, Francesco Primaticcio e Niccolò dell'Abate. Il tipo di tecnica usata per il nostro commesso, conduce a pensare a un incisore dei primi decenni del Settecento; in considerazione della fama di Louis Siries come incisore di lapislazzuli non è da escludere possa trattarsi di una sua opera. Tuttavia, dal punto di vista tecnico e iconografico, è anche da segnalare la notevole affinità dell'esemplare con una rara placchetta in bronzo dello Staatliche Museen di Berlino (E. F. BANGE, "Die italienischen Bronzen des Renaissance und des Barocks: II. Reliefs und Plaketten", Berlin 1922, p. 116) raffigurante la "Madonna col Bambino e san Giovannino", assegnata dalla critica all'incisore di cristalli Giovanni Bernardi (V. DONATI, "Pietre dure e medaglie del Rinascimento, Giovanni da Castel Bolognese", Ferrara 1989, p. 212, tav. LXXXIX). Proprio la somiglianza tra le due composizioni e la tecnica di realizzazione, diffusa nel corso del XVI secolo, rendono altrettanto plausibile una datazione del pezzo entro la seconda metà del Cinquecento. 

data from the linked data cloud