http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64765 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Montatura in filo d'oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali. 
L'opera è ricordata per la prima volta nell'inventario redatto da Luigi Strozzi nel 1676, dove si legge: "Due teste in profilo fatte per Severo, e Giulia, o più tosto M. Aurelio, e Faustina" (BdU, ms. 78, n. 23). L'esemplare è confrontabile con altri cammei del Museo degli Argenti raffiguranti la testa di Onfale (inv. Gemme del 1921, n. 50), il busto di Giulia di Tito (inv. Gemme del 1921, n. 74) e un altro busto di una imperatrice romana (inv. Gemme del 1921, n. 88). Tutti i cammei sono molto lucidi e i lineamenti dei volti molto tondeggianti. Questo pezzo fu scelto da Tommaso Puccini per essere incluso nel gruppo dei calchi da scambiare con il Cabinet des Antiques alla fine del Settecento. 

data from the linked data cloud