http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64699 an entity of type: E22_Man-Made_Object

L'opera è ricordata per la prima volta nell'inventario redatto da Giuseppe Bencivenni Pelli nel 1786. Il personaggio effigiato, identificato dalla McCrory con Galba, potrebbe essere anche l'imperatore Massimino Trace, così come appare in alcune monete del 235-238 d.C. (M. A. H. MATTINGLY-R. A. G. CARSON, Coins of the Roman Empire in the British Museum, 6 voll., seconda edizione, London 1965-1975, VI, 1962, p. 240, n. 213, tav. 40). 
Anello in oro con castone a notte baccellato a raggiera sul retro. L'intaglio raffigura un busto maschile armato (Massimino?) di profilo verso sinistra. 

data from the linked data cloud