http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64555 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Montatura in oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali. 
L'opera è ricordata per la prima volta nell'inventario delle gemme del 1786 (II vol.), tra le pietre sciolte, cioè non legate su tavolette. Qui appare menzionato ancora tra gli anelli; il ditale fu tagliato con molta probabilità, tra il 1825 (anno del "Catalogo supplemento della Galleria degli Uffizi, Classe IV) e il 1837/38 (anno del catalogo Migliarini), quando cioè appare per la prima volta la nota relativa alla modifica apportata alla cornice. Il soggetto fu uno dei preferiti degli intagliatori di gemme, e spesso compare inciso proprio su granato (cfr. inv. Gemme 1921, n. 62), sebbene in questo cammeo Lucrezia appaio con il seno scoperto da una tunica fitta di abbondanti panneggi, mentre l'iconografia più generale la rappresenta in atto di dirigersi il pugnale sul petto. 

data from the linked data cloud