http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64542 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Il cammeo risulta menzionato chiaramente per la prima volta nel 1676 (BdU, ms. 78, n. 38 "Due teste in profilo del D. Cosimo e la moglie in Calcedonio macchiato con fondo di Agata"). L'opera viene lodata da Tommaso Puccini, ma la considera inferiore a quella più famosa raffigurante i granduchi con i figli di Giovanni Antonio de' Rossi. Per il tipo iconografico, si può confrontare il cammeo con monete antiche (M. A. H. MATTINGLY-R. A. G. CARSON, "Coins of the Roman Empire in the British Museum", London 1923, V.T., n. 1, rovescio con Caracalla e Geta). 
Busti vis à vis di Cosimo I de' Medici e di Eleonora di Toledo. Il granduca, di profilo a destra, è ritratto con la clamide e una corona radiata, mentre Eleonora, di profilo a sinistra, indossa una tunica e ha i capelli raccolti in una rete perlinata. Montatura in oro con una maglia circolare saldata all'estremità superiore. 

data from the linked data cloud