http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_64522 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Cornice in filo d'oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali. 
Il cammeo appare menzionato per la prima volta nell'inventario redatto prima del 1736, e stilisticamente è attribuibile ai primi decenni del XVIII secolo. L'opera è copia di un esemplare antico una volta conservato nel Gabinetto delle Gemme della Galleria degli Uffizi. L'originale è riprodotto da Anton Francesco Gori nel suo "Museum Florentinum" (vol. I, tav. I, n. 11). Stilisticamente il cammeo presenta delle interessanti analogie con un esemplare della Collezione Milton Weil al Metropolitan Museum di New York, considerato dal Kris opera italiana del XVIII secolo (E. KRIS, "Catalogue of postclassical cameos in the Milton Weil Collection", Wien 1932, p. 28, tav. XXII, n. 60). L'interpretazione del modello antico risulta troppo rigida e accademica, tanto che Tommaso Puccini riferì che era stata condotta con "più intelligenza che facilità" (BdU, ms. 47, n. 207). 

data from the linked data cloud