http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_63884 an entity of type: E22_Man-Made_Object

L'opera e' stata ritenuta fino ad oggi interrotta per il viaggio di Leonardo a Milano (1481-1482); qualche dubbio era stato espresso da parte di studiosi ottocenteschi (Müntz) che ritenevano l'opera troppo matura per essere del periodo giovanile. Il Rumhor la ritiene un'opera della meta' del Cinquecento e quindi rifiuta l'attribuzione a Leonardo ma non ne propone altre. I frati di S. Donato a Scopeto, committenti dell'opera, fecero poi eseguire un'altra "Adorazione dei Magi" a Filippino Lippi. Dopo il 1480 l'Adorazione dei Magi è segnalata da Vasari in casa di Amerigo Benci. La cornice cinquecentesca in noce con lumeggiature d'oro fu tolta nel 1681. Alcune radiografie del dipinto vennero realizzate da A. Vermehren e pubblicate nel 1954 da P. Sampaolesi. Le lastre appartengono agli eredi del Vermehren. 

data from the linked data cloud