http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_40024 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Dal Pinzi "Il Priore propose al capitolo dei frati di fare la fontana (9 dicembre 1632) con spesa del Convento per 100 scudi al più; il che messo a partito, fu favorevolmente accolto per voti segreti (Liber Consiliorum C. 139). La fontana sorge al centro del Chiostro cosiddetto vignolesco, ed anche se la data riportata nell'iscrizione della faccia esterne della vasche è del 1633, il gusto che vi si riscontra è ancora tarda rinascimentale". 
Fontana a doppio ordine, con vasca inferiore a pianta quadrilobata, poggiante su base doppia a gradini. Al centro si eleva un fusto con addossate quattro delfini stilizzati, sul quale poggia una vasca circolare con baccellatura esterna da cui si dipartono quattro zampilli uscenti da bocche di mascheroni simili a teste di leone. Al centro della suddetta vasca si eleva ancora un fusto rigonfio sul quale sono scolpite in bassorilievo nastri e mascheroni, sovrastato infine da un elemento circolare a sezione emisferica, scolpito a rilievo con squamature. 

data from the linked data cloud