http://dati.culturaitalia.it/resource/oai-culturaitalia-it-museiditalia-work_36641 an entity of type: E22_Man-Made_Object

Volta sostenuta da pilastri in breccia rossa di Atripalda e da dodici semicolonne in alabastro di Gesualdo. Altrettanti costoloni la dividono in spicchi, tutti confluenti verso la cornice del dipinto allegorico dell'Apollo (Ferdinando IV) che calpesta il pitone (il Vizio), eseguito da Crescenzo La Gamba. Alla mano dello stesso artista si devono anche gli altri dipinti della volta: le nove Muse protettrici delle Arti e i medaglioni con i quattro elementi. 
I lavori di decorazione del piccolo e prezioso teatro di corte iniziarono sotto la direzione di Luigi Vanvitelli nel 1768 e si conclusero con l'inaugurazione della sala, nel Carnevale del 1769. Nel settembre del 1768 gli indoratori Pietro Fardecchini e Giovanni Amodio lavorano alle dorature del cornicione, della trabeazione, delle conchiglie della volta, ai pilastri e ai piedistalli delle statue. 

data from the linked data cloud